This page was exported from Il Processo Telematico - La Privacy - La Sicurezza Informatica [ https://maurizioreale.it ]
Export date: Fri Jun 21 10:23:52 2024 / +0000 GMT

Per il GdP di Roma nulla la costituzione della parte che ha notificato via pec l’atto introduttivo



Per il GdP di Roma

nulla la costituzione della parte

che ha notificato via pec

l'atto introduttivo

Immagineok

L'articolo è stato realizzato per Il Quotidiano Giuridico, il quotidiano di informazione giuridica del gruppo Wolters Kluwer Italia e curato da Cedam, Utet Giuridica, Leggi d'Italia e Ipsoa.

Il Giudice di Pace di Roma, errando, con la sentenza n. 21300/2016 depositata il 21 giugno 2016, ha dichiarato nulla la costituzione in giudizio della parte che ha notificato tramite pec l'atto introduttivo. Il GdP, confondendo la notifica dell'atto tramite PEC con il deposito telematico dell'atto e ignorando le disposizioni contenute nella legge n. 53/1994, ha dichiarato la nullità della costituzione processuale effettuata dalla parte attrice, così decidendo, nel peggiore e più errato dei modi, la questione preliminare, nonostante la regolare costituzione in giudizio della controparte che ha eccepito solo l'infondatezza della pretesa attorea.

Puoi continuare la lettura cliccando qui.

Avv. Maurizio Reale

31 agosto 2016

 

 


Post date: 2016-08-31 11:53:26
Post date GMT: 2016-08-31 09:53:26
Post modified date: 2016-08-31 11:54:05
Post modified date GMT: 2016-08-31 09:54:05

Powered by [ Universal Post Manager ] plugin. MS Word saving format developed by gVectors Team www.gVectors.com